PIPPO In principio era rosso. Ora è un rosino spento. Forse sarà capitato anche a te di assistere a strani cambiamenti di colore (o foggia) dei capi a seguito di un lavaggio. Magia? Stregoneria? Mutazione genetica? No, niente di tutto questo.

La ragione è una sola: hai ancora qualcosa da imparare sulla cura dei capi colorati e delicati. In questo post ti parliamo del modo più sicuro per proteggerli: il lavaggio a freddo, in lavatrice e a mano.

Quando ti conviene il lavaggio a freddo

Se vuoi evitare brutte sorprese con il bucato, devi imparare a riconoscere i tessuti e ad anticipare le loro reazioni con le temperature dell’acqua. Ecco un ripassino generale dei casi in cui ti conviene il lavaggio a freddo:

  • E' obbligatorio per i capi stampati, qualunque sia il metodo di stampa usato.
  • È indicato per mantenere le fibre dei tessuti perfettamente elastiche. Ѐ il caso della lana, che con le alte temperature può deformarsi o restringersi.
  • Protegge e rende più duraturi i tessuti delicati, come la seta, il lino e l’organza.
  • Aiuta a mantenere intensi i colori dei capi. È d’obbligo quando hai a che fare con un tessuto rosso, fucsia o arancione, ed è consigliato anche per il lavaggio dei jeans (in questo caso ti invitiamo a non superare mai la temperatura di 40 °C).
  • È utilissimo anche quando hai a che fare con macchie di sangue, che scompaiono solo con l’acqua fredda.

Ma, come sempre, l’etichetta del capo sarà la tua più preziosa alleata. Osservala, vedrai disegnata una bacinella accompagnata da un numero che indica la temperatura dell’acqua. Capirai, così, quando è il caso di procedere con un lavaggio a freddo, ovvero con una temperatura dell’acqua inferiore ai 30-40 °C.

Tutto chiaro? Bene allora andiamo avanti.

Le regole per un perfetto lavaggio a freddo

Adesso che sai in quali casi conviene lavare a freddo, resta da vedere come farlo, a mano e in lavatrice. Ecco i nostri suggerimenti:

  • Suddividi sempre i capi per colore e per fibra.
  • In caso di macchie difficili, pretratta con la candeggina gentile (ma solo se l’etichetta del capo lo consente).
  • Per un lavaggio a mano, versa in acqua fredda un detersivo per delicati attivo anche a basse temperature (rispetta la proporzione di 1 tappo di prodotto ogni 10 litri di acqua).
  • Muovi il capo nell’acqua con delicatezza e lascia in ammollo per massimo 5 minuti. Poi sciacqua bene con acqua fredda, senza strizzare.
  • Se invece vuoi procedere con un lavaggio in lavatrice, ti basterà impostare il programma a freddo e utilizzare un detersivo specifico per i capi delicati o colorati.

Vedrai, con il lavaggio a freddo i tuoi colori saranno sempreverdi, anzi semprerossi, semprearancioni e così via. E anche i tessuti più delicati si preserveranno più a lungo.

Download

Foto Correlate

Altre immagini di esempio

b_1478171301_f2.jpg
b_1478171301_f3.jpg